In questi anni ha dato tanto come fondatore di Evoluzione Economica, nata nel 2012, centrata nella ricerca di un’altra economia possibile, libera dalle catene del debito e dalle paure collegate al momento presente e futuro. Dalla diffusione di studi quasi filosofici sulla sovranità monetaria del Prof. Auriti, su una moneta stampata a credito e non a debito ha dato il suo contributo, come strumento di stimolo e sempre a disposizione nello sviluppo delle libertà individuali.

In realtà, è per lo più un ricercatore incantato dallo studio quotidiano della numerologia, della fisica quantistica, dell’alchimia trasformativa, della kabala e tanto altro, sempre alla ricerca della verità e al servizio di un piano più alto strettamente collegato all’esistenza in se dell’essere umano.

La sua esperienza acquisita sul campo nelle tematiche fiscali e bancarie è ormai qualcosa di scontato nella sua vita, al punto tale da acquisire esperienze maggiori di avvocati e commercialisti, a detta degli stessi. La sua estrema facilità nel raggiungere ottimi risultati in questi campi, sembra scontata. E’ come se avesse un segretario nella mente che giornalmente gli riassume tutto quello che può accadere prima che questo arrivi nella mente di avvocati, commercialisti e categorie varie. Intuizioni che hanno aiutato tantissime persone a fare scelte coraggiose e a staccarsi dalle paure e attaccamenti verso un mondo migliore. Intuizioni che nascono da un mix di studi tra L’Università degli Studi di Bologna e l’Università della strada o della Vita che ha sempre osservato attentamente.

Nel tempo, dal lavoro sulle posizioni debitorie, tributarie e di tutela del patrimonio, consapevole della truffa che stiamo vivendo, è passato alla ricerca del non lavoro, per avere appunto, il tempo di misurarsi con altri temi, arrivando alle rendite automatiche. Specializzato nello stampare denaro in contemporanea e con lo stesso metodo delle banche, negli affari immobiliari e nel commercio, in ultimo nel mondo dell’arte, eredità genetica di famiglia. Lavoro e rendite le due opposte facce della stessa medaglia. Si perchè, dice: “un’essere un umano non è felice se ha più denaro, ma è veramente felice se centrato nella ricerca di un equilibrio, di una completezza di se, solo se ha più tempo da dedicare alle proprie ricerche, talenti e vocazioni. Cosa che le otto ore di lavoro spesso non permettono di realizzare”.

Attento seguace delle leggi di risonanza, dell’attrazione, dell’attenzione, e dell’osservazione, che permettono di realizzare obiettivi che in passato potevano sembrare impossibili, attraverso gli strumenti della visualizzazione, del controllo di pensieri, parole e opere, è lungimirante verso un unico obiettivo, il prossimo obiettivo.

Stralciare debiti e stampare soldi per lui è, più che scontato, una missione di vita, ma nessuna missione può essere definita tale se non viene messa a disposizione del prossimo. Ed è per questo che ha pienezza di sé solo nel momento in cui sa che un altro essere ha raggiunto un obiettivo più grande del suo utilizzandolo come strumento di cambiamento.

Con l’intento di applicare le leggi della fisica quantistica e dell’alchimia trasformativa per una nuova economia possibile, che metta al centro l’essere in sé, vedendo il denaro solo come strumento utile per raggiungere tale fine. Anche perchè, dice che in fin dei conti, viviamo in questa Terra, per ora fatta di bollette, tasse, spese e costi, e non possiamo venir meno al nostro benessere per raggiungere orizzonti meravigliosi.

Considera un equilibrio tra mente, fisico e anima la più grande maestria che un essere umano possa compiere in questo piano dimensionale terrestre.